giovedì 28 marzo 2013

Fideuà con finocchietto riccio, alici, pinoli ed uvetta


Quando ho letto la ricetta dell'MTChallenge di marzo, la prima cosa che mi ha sorpreso è stato la tostatura della pasta.. Dovevo assolutamente provarla!
Poi era da un po' che mi stuzzicava l'idea di preparare un bel piatto di pasta con finocchietto riccio e alici sott'olio, tipico della Sicilia, con quella sua fragranza birichina e pungente e quella consistenza che si scioglie in bocca!
Però m'ero preoccupata: lì ci vanno pinoli e uvetta passa, potrò ancora farlo??
Ecccome no! Studiate tutte le regole, si passa in cucina!!
Non vi dico il profumo che emanava la pasta nella paellera (fatemi divertire ad usare sto termine, una volta che l'ho imparato..! Non sapevo si chiamasse così, quante cose si imparano con l'MT!
L'unica perplessità era data dalla salsa: non stava male, anzi smorzava un po' il sapore importante degli altri ingredieti, dando una tregua al palato.. Non male come idea!
Ecco qui la ricetta
Ingredienti per due persone:
200 gr di spaghetti spezzati
finocchietto riccio a piacere
200 gr di alici sott'olio
2 cipolle
uvetta passa e pinoli a piacere
qualche pomodorino
per la salsa
Un uovo intero
olio di semi qb
sale
Per il brodo: mettere in una pentola con 500 ml d'acqua fredda il finocchietto, le cipolle, qualche alicetta sott'olio , regolare di sale e fare bollire per trenta minuti.Mettere da parte.Mettere in una padella un filo d'olio e gli spaghetti, fino a farli diventare marroncini ma non bruciati. Mettere da parte e, nella stessa padella, trasferire il finocchietto scolato del brodo, abbondante olio, l'uvetta, i pinoli, i pomodorini tagliati a piccoli dadini, le alici e aggiustare di sale. Quando i sapori si saranno amalgamati, unire il brodo, farlo bollire ed aggiungere la pasta tostata.Cuocere secondo i tempi di cottura della pasta.Per la salsa: mettere nel robot l'uovo, il sale e versare a filo l'olio di semi fino ad addensarla.Aggiustare di sale.


4 commenti:

  1. a questo piatto certo non manca personalità! Particolare accostamento il tuo, gustoso e deciso: bravissima e grazie
    Dani

    RispondiElimina
  2. che bellezza, come sai sono una patita del pesce azzurro, e anche il riccio perché no? :-))

    RispondiElimina
  3. Quanto ammiro chi utilizza tutto tutto (non si butta via niente)!
    Insaporire il brodo con il finocchietto e po condirco con questo la fideuà è d'avero loavile.
    Belissima scelta quelle delle alici insieme al finochieto i pinoli e l'uva passa perché contrastano con la esuberanza del riccio!

    Molto affascinante questa fideuà. Brava!

    RispondiElimina
  4. Uno dei miei piatti preferiti!

    Ti ho assegnato un piccolo premio ... niente panico, ho abolito ogni regola, non devi fare assolutamente nulla. Considerala una manifestazione di stima per la cura che metti nel blog :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...